13 luglio 2017 di Redazione

Mezzi da matrimonio

Con che mezzo si arriva alle nozze? Di possibilità ce ne sono infinite, ma non tutte sono adatte...

Lascia un commento &

Condividi

Ad un certo punto, in ogni matrimonio che si rispetti, qualcuno, solitamente il padre della sposa – che fino a quel momento non aveva posto obiezioni, non aveva badato a spese e, soprattutto aveva lesinato nei consigli, da saggia persona qual è –  pone la fatidica domanda. “Come andremo fino in chiesa?” Ecco a questa domanda ci sono molte risposte possibili, in America anche più che da noi, ma un elenco esaustivo può essere:

Limousine

Per gli americani è la regola, per noi é diventata un’opzione per gli addii al nubilato più che per la cerimonia.

Auto  di lusso

Era tradizione affittare un’auto lussuosa qualche anno fa e, ancora oggi spesso le spose si affidano ai servizi di Noleggio con conducente che garantisce un servizio impeccabile.

Auto d’epoca

A chi piace, chi ha la fortuna di possederne un esemplare o chi ha l’amico appassionato garantisce un effetto vintage non trascurabile. Attenzione però, deve esserei n linea con la cerimonia e il tema del matrimonio.

Party Bus

Un po’ eccentrico come genere, ma per trasportare grandi gruppi di persone è dieale

Carrozza trainata da cavalli

Solo per Cenerentola, Kate Middleton ed in futuro Lady Charlotte, per le altre, anche no.

Motoscafo o Yacht

Il matrimonio è in Laguna? George Clooney insegna. Occhio agli spruzzi d’acqua però!

Motocicletta

O, nella versione più squisitamente italian style Vespa e Lambretta. Ispirarsi a Vacanze romane è una cosa, essere Grace Kelly tutt’altro. La motocicletta è molto Hippie anni 70, sicure di volere sortire quell’effetto?

Golf cart

E’ un’ alternativa divertente se ci si sposa all’aperto su un prato, su una spiaggia o comunque in un luogo inesplorato. Se ci si sposa in centro città è ridicolo.

Trattore

Solo per un matrimonio tra campi di grano, spighe, papaveri e fiordalisi

Slitta

E’ l’Engadina in dicembre la location per il vostro matrimonio? Allora perché no? A patto però che gli outfit siano i costumi tipici. altrimenti l’effetto è volere e non potere

Dopo tutto questo elenco a cui, per decenza abbiamo evitato di aggiungere  la galoppata su un destriero che lasciamo volentieri a Julia Roberts nel film “Se Scappi ti sposo”, la domanda rimane: come si va in chiesa?
A nostro gusto con l’auto (propria o di un amico) sobria ma tirata a lustro e decorata con i fiori sulla cappelliera, ma noi chi siamo per decidere come una sposa deve presentarsi in chiesa?
Silvia GALLI

E tu cosa ne pensi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *