È così difficile stare dentro le scarpe di una donna sola. Per questo ne servono di veramente speciali. Per camminare un po’ più allegramente”. Eh niente, Carrie Bradshaw doveva essere particolarmente ottimista il giorno in cui pronunciò questa frase, se pensava seriamente che una donna single, per camminare – metaforicamente – un po’ più allegramente nella vita, avesse bisogno soltanto di un paio di Manolo. Un bazooka. Ecco quello che serve a volte. Per eliminare fisicamente tutta quella schiera di parenti, amici e conoscenti che si sentono in diritto di rivolgere domande sciocche tipo “Quando ci presenti il tuo fidanzato?“.

Beh, magari eliminare no. Ma di certo intimidirli sì. In modo che non baleni mai più nelle loro teste l’idea di rivolgervi frasi che, seppur rivolte in buona fede, suonano come schioppettate. Per facilitarvi il compito, o meglio per salvarvi la vita, vi proponiamo quindi 10 frasi che le donne single odiano sentirsi rivolgere.

1. “Sei così carina e intelligente. Chissà come mai non riesci a trovare ancora un uomo…“. Sembrano complimenti, ma nella testa di una single suonano come “Se sei così carina e intelligente e non trovi un uomo, chissà che cosa nascondi che ti impedisce di trovare il fidanzato…”.
2. “Secondo me non trovi un uomo perché sei troppo difficile. Sei esageratamente esigente“. Come se l’amore fosse una questione di testa. Come se l’amore dipendesse dal colore dei capelli o degli occhi di un uomo. Come se fosse così semplice.
3. “Va bene tutto, però, cara, hai anche una certa età… dovresti accontentarti di quello che trovi. L’orologio biologico si muove velocemente sai?“. Come se nella vita fossimo programmate solo per avere figli.
4. “Quando smetterai di pensarci, quando meno te lo aspetterai lui arriverà“. Beh, deve essersi smarrito da qualche parte, allora, e non riesce più a trovare la strada. E poi perché bisogna per forza pensare che deve arrivare qualcuno?
5. “Vedrai che prima o poi troverai l’altra metà della mela“. E dire che si pensava di essere già tutte intere…
6. “Ho conosciuto il cugino del mio fidanzato, credo sia perfetto per te. Organizzo una cena per presentartelo“. Vi ricordate Notting Hill e le mille mila cene organizzate dagli amici di Hugh Grant, che intanto smaniava per Julia Roberts? Vi ricordate poi in cosa si concretizzavano questi incontri? Ecco.
7. “Dovresti uscire di più. Frequentare posti in cui si conosce gente“. E, invece tu, stanca ormai di anni di vagabondaggio da bar in pub in disco, hai solo voglia di stare sul divano a guardare Netflix. Ma poi, quali sarebbero questi posti dove “si conosce gente”?
8. “Tu non puoi capire, non hai figli“. Questa non è per niente divertente. E non aggiungiamo altro.
9. “Che bella vita che fai… quanto ti invidio. Tra uomini diversi, bicchieri di vino e serate fino a tardi la sera, di certo non puoi lamentarti“. Ecco, magari si tralascia il fatto che poi chiusa la porta, non si ha nessuno con cui condividere gioie e dolori. Cosa che se per qualcuna non è affatto un male, per qualcun’altra può esserlo.
10. “Organizzato una cena da me stasera. Siamo tutte coppie, ma non ti formalizzare, ci farebbe piacere se tu venissi”. E tu vai perché ormai hai quali solo amici sposati o fidanzati, perché ti dispiace rispondere con una scortesia ad una gentilezza. E tu vai, ma ti senti come un calzino spaiato in un cassetto di calzini accoppiati.

Pinella PETRONIO